telefona-angiologo 380.7287208 - 06.8870041
Sei qui: HomeCircolazione del sangue

Tag

Chi e' online

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

335285
Oggi
Settimana
90
868
Ora 2017-09-23 16:20:42

Link utili

ipertermia italia il calore che cura il cancro

Physiolab Roma fisioterapia e riabilitazione 

 

La circolazione del sangue

valvole venoseLa circolazione del sangue, fa sì che dal nostro muscolo principale, il cuore, esso venga spinto verso l'estremità periferiche, con un movimento simile a quello di una pompa, attraverso tubi chiamati arterie.
 
Quindi una volta arrivato in periferie, superato il letto capillare, per il viaggio di ritorno dalla periferia al cuore il sangue percorre piccoli tubi chiamati vene, che corrono in senso inverso.
 
Come fa però il sangue a non cadere all'indietro durante la risalita fino al cuore?
È semplice. Le vene hanno all'interno delle porte, dette valvole, che si richiudono dopo il passaggio del sangue, impedendone il riflusso.
 
Le vene si ammalano quando la chiusura automatica di queste porte di sicurezza viene a mancare e il sangue torna all'indietro, verso la periferia da cui proviene. Il tubo venoso si dilata e si allarga, e il sangue ristagna invece di tornare veloce verso il cuore.
 
Questo aumenta di molto la possibilità che la vena si infiammi ( flebite ), con i classici sintomi di gonfiore e rilievo, o che peggio il sangue dentro coaguli ( trombosi ), con alto rischio di bloccare il flusso circolatorio ( embolia ).
 
 

Prof. Marco Blandamura
Chirurgo Vascolare




Per informazioni e appuntamenti 380.7287208 06 8870041